APPUNTI DI VIAGGIO (estratto dall'Agenda di questi giorni...)

 

11 giugno incontro RETE INTERNAZIONALE Piemonte

STUDENTI AMERICANI NELLE SCUOLE ITALIANE

Prosegue il lavoro per rendere operativa l'accordo tra quattro Universita' del N.E. e la Rete Internazionale delle Scuole Superiori del Piemonte. Oggi ho incontrato il Professor Giuseppe Carnaghi, coordinatore delle scuole della rete, ed e' iniziata la procedura per la firma del Memorandum of Understanding. In base a questo accodo 4 studenti di altrettante Universita' della circoscrizione consolare (ma l'anno prossimo aumenteranno) potranno recarsi in Italia grazie ad una borsa di studio, offerta dalle scuole della rete, che copre le spese di soggiorno. Durante i 4 - 6 mesi di soggiorno gli studenti svolgeranno attivita' di "language assistant" nelle scuole italiane e potranno approfondire la loro conoscenza della lingua italiana seguendo un corso gratuito presso un'Universita' piemontese.

Dopo l'avvio delle procedure per la firma di oggi speriamo di poter rendere operativo l'accordo gia' dall'anno scolastico 2014-15.

 

 

2 giugno FESTA della REPUBBLICA ITALIANA


Alle 18.00 in Consolato Cerimonia per la Festa della Repubblica Italiana. Aperta al pubblico (su invito) ha visto la partecipazione delle molte realtà che da anni operano nella Circoscrizione consolare per la diffusione della Lingua e della Cultura italiana. Alla festa ha preso parte anche il Senatore Sal Di Domenico  del Middlesex and Suffolk District che nel breve discorso ha ricordato le sue radici italiane. Nella parte finale il Console, Giuseppe Pastorelli, ha colto l'occasione per consegnare un premio  ai coniugi Giovanni e Maria Luisa Saraceni che da tanti anni lavorano, anche tramite la locale associazione Dante Alighieri, a favore della diffusione della Lingua e della Cultura italiana. La serata è stata allietata dalla musica della Jazz orchestra degli studenti della Arlington High School diretta da professor Tino Dagostino.

 

 

29 maggio World Language Awards LEXINGTON High Schools

Tempo di Class Awards per tutte le scuole del New England. Alla Lexington H.S. una serata che ha visto premiati complessivamente circa 500 allievi per i corsi di spagnolo, cinese, francese, LATINO e ITALIANO. Piccolo discorso (short speech) nel quale ho sottolineato l'importanza della scelta fatta dalla Scuola (e dagli allievi) di studiare una seconda lingua facendo notare quanto possa essere utile, culturalmente e professionalmente. Io ero li' a parlare a loro anche grazie alla mia seconda lingua: l'Inglese. Hanno risposto con un applauso (superato, quindi, il mio esame AP.....). Gentilissima Marie Murphy, World Language Department Head che ha avuto la cortesia di invitarmi e di presentarmi alla platea; ho conosciuto  Laura Lasa, Principal, ed ho visto con quanto affetto le allieve e gli allievi dei corsi di Italiano interagivano con le loro insegnanti: Paola Zanirato D. ed Heather Arrigo. Un particolare ringraziamento al Casit per il consueto contributo per l'Italian Scholarship Award. 

La cerimonia e' iniziata con un mini-concerto (amazing!) del coro della scuola. Due Brani degni di essere presentati alla Scala. La qual cosa mi ha fatto venire in mente che potremmo lanciare un Contest tra scuole per cori che propongano brani classici di autori italiani. Parliamone.

 

il Coro LHS Madrigal Singers

 

27 Maggio alla Newton North High School.

Una scuola nuovissima (4 anni) con tanti laboratori ed aule attrezzate. Ho potuto fare una visita accompagnato dalla responsabile del Dipartimento di Lingue straniere, Nancy, ed ho potuto partecipare all'attivita' in classe durante la lezione dell'insegnate di Italiano Maria Procopio.

Particolarmente colpito dal laboratorio di lingue (per l'Italiano), dalla preparazione e dall'entusiasmo dell'insegnante. Intensa la partecipazione degli allievi all'AP Program (quest'anno hanno ospitato anche qualcuno proveniente dalle scuole vicine, come la Brookline H School, dove l'italiano, per ora, non viene proposto).Bella mattinata. 

Giovedi' sera la consegna delle Scholarships (alle quali un piccolo contributo e' arrivato anche dal Consolato grazie alla Onlus “Friends of Italian Cultural Center of Boston”).

 

Questa e' la foto con la classe di italiano. n.b. io sono quello con i capelli bianchi.

 

23 Maggio All'APPIAN CLUB

appian-logoUna serata particolarmente gradevole quella passata all'Appian Club di Stoneham. Lì i soci si ritrovano due sere alla settimana per trascorrere qualche ora assieme. Giocano a carte, programmano le altre attività del club, mangiano "all'italiana". Il Club tra i suoi tanti meriti ha anche quello di organizzare, per bambini ed adulti, lezioni di italiano ogni sabato . Tra qualche giorno, come ogni anno, assegnerà le tradizionali  Scholarships a cinque studenti meritevoli. Ringrazio John per la calorosa accoglienza e per le cose che mi ha raccontato sui  primi anni del Club. Ringrazio il presidente Alessandro Caruso per la determinazione con la quale continua a sostenere la lingua e la cultura italiana (e per la promessa di invitarmi quando faranno il fegato alla veneziana....) e ringrazio Anthony per avermi fatto sentire come uno che era iscritto al Club da trent'anni, e  per avermi riportato alla Sullivan station in orario. 

L'Appian Club, tra scuola al sabato, scholarships ed attività con la comunità italiana di Stoneham, fa davvero un grande lavoro per sostenere la lingua e la cultura italiana.  

 

16 Maggio a PROVIDENCE

Sono qui con qualche mezz'ora di anticipo, a Providence RI, per la consegna delle Scholarships AATI (American Association of Teachers of Italian)  e RITI (Insegnanti di Italiano di Rhode Island). Quasi piove ma la serata merita il viaggio. Providence è molto bella. Su una vetrina ho letto, con la coda dell'occhio, una frase più o meno così: to better yourself is to better the world.... Già. Providence, una città, come Boston, piena di cultura e di opportunità per migliorare se stessi. E stasera al ristorante Lancellotta's (un po' di pubblicità non guasta.... magari passassi di là) premieremo gli studenti che si sono distinti nello studio della lingua italiana. Per me sarà un'occasione in più per ringraziare quanti lavorano per far sì che la lingua e la cultura italiana continuino ad essere presenti qui nel Rhode Island e in tutto il New England. Un particolare ringraziamento a RITI che questa sera consegna agli studenti Borse di studio (con fondi propri) per circa 2000 $.

Un grazie particolare a Bruna Petrarca Boyle, presidente del RITI.

Più sopra: uno scorcio di Providence che mi è particolarmente piaciuto.

  

DIVERSITY DAY 10 maggio

 

Una bella giornata, un bel gruppo di insegnanti. Interessanti relazioni (di Lucia Toppino, Gina Maiellaro e di Isa Orvieto). Alcune parole di introduzione da parte del Console Giuseppe Pastorelli e mie. Ci siamo confrontati sul modo di essere docenti di italiano nelle scuole americane. A breve spero di riuscire a mettere da qualche parte il link ai materiali prodotti. Un complimento particolare a MITA (Stella Cocchiara e tutti gli altri). Giornata iniziata con la pioggia ma nel pomeriggio e' arrivato il sole. 

 

Martedi' 6 maggio alla Fitchburg State UniversityUna visita assieme al Console durante la quale ho avuto occasione di incontrare un gruppo di studenti del secondo anno, appena rientrati da un viaggio a Verona. Entusiasti. Ho fatto la conoscenza delle varie autorita' ma, soprattutto, ho preso contatto con l'insegnate di letteratura italiana Diakite Rala e con l'insegnate di Musica (Veneziano doc: Michele Caniato).  Si e' parlato pure della possibilita' di far partire nella vicina Leominster H.S. un corso di formazione AP per insegnanti.

 

Sabato 3 maggio "Visita" alla PIRANDELLO... 

E' con una particolare soddisfazione che finalmente sabato scorso sono andato a far visita al Pirandello Italian Language Center (PILC) che da tanti anni organizza corsi Integrativi di Lingua e cultura italiana rivolti a bambini ed adulti. 30 settimane di attivita', il sabato mattina, presso gli spazi della Saint John School (North End - Boston) . Molta professionallita' senza perdere il gusto per i rapporti umani, con particolare attenzione alla famiglia.Talvolta, infatti, succede che in una classe di italiano entrino i figli ed in quella un po' piu' avanti i genitori. Un sincero ringraziamento al Board della scuola, ed in particolare al presidente Rosario Cascio e a Tino Valdesolo. Sabato prossimo la consegna degli attestati .

 

Martedi' 29 aprile ho cominciato "concretamente" la mia vita bostoniana con una bella visita alla Eliott school nel North End. Diciamo che ho cominciato in casa, in una scuola dove TUTTI studiano italiano, almeno un'ora alla settimana. Ad accogliermi, nell'ala dei piu' piccolini, la Principal  Traci Walker Griffith, immersa nei colori della della sua scuola piena di disegni, lavori fatti dagli allievi e bacheche piene di progetti. La Eliott e' una scuola che ha fatto dell'attivita' artistica il fulcro della propria azione pedagogica.

 Ho avuto modo di incontrare l'insegnante di Italiano Rosemarie Grasso che mi ha illustrato brevemente la realta' della scuola. Ho "frequentato" due classi ed ho constatato la sua professionalita' nel lavorare con i piu' piccoli, integrando pienamente la lezione di lingua italiana con il curricolo ordinario. Ho cosi' ripassato, in modo operativo, i colori, i giorni della settimana, le parti del corpo. Tutto coinvolgendo abilmente il gruppo classe ed ogni singolo allievo. Una lezione interattiva nella quale si apprende divertendosi.

 Nella classe di 4/5 anni devo dire che e' stata particolarmente apprezzata la favola di Cappuccetto Rosso con la partecipazione attiva dei vari bambini che al momento giusto intervenivano con il vocabolo corretto in italiano. Nella classe dei piu' grandi ho assistito all'avvio del lavoro sul "Menu' in un ristorante italiano". Anche qui tanto coinvolgimento (attraverso l'invito a raccontare di se'..) e molta operativita'.

 Spero piu' avanti di avere l'opportunita' di vedere una lezione della Middle school. Per ora grazie e buon lavoro!

 

Pomeriggio Italiano a Everett.Domenica 27 aprile ad Orsogna Plaza, la sede dell'associazione italiana di Everett, ho partecipato al bell'incontro, chiamato appunto: Pomeriggio Italiano, tra le numerose associazioni italiane e italo americane di Boston e dintorni. Musica, buon cibo (all'italiana), poesie e tanta cordialità. Ho portato i saluti del Console ed ho ricevuto una accoglienza davvero calorosa. Come si dice "ho toccato con mano" su quali basi è costruita tutta l'attività a sostegno della lingua e cultura italiana nel New England. Accanto all'insegnante del college (che suonava benissimo la chitarra...) e all'insegnante di scuola elementare (che mi chiedeva come fare a portare la lingua italiana anche nella sua scuola) c'erano le tante persone che diffondono la lingua e la cultura italiana semplicemente vivendola. Grazie a tutti per quello che ciascuno riesce a fare. Sono stato proprio bene. Complimenti a chi ha organizzato e a chi continua a credere nell'importanza dello stare assieme per poi poter fare assieme.

Venerdì 18 Aprile "Fata Italiana" in Consolato:
incontro con "La fata Italiana" (produzione teatrale di New York dell'artista-produttrice piemontese Simona Rodano) e con la responsabile del CASIT (ente gestore) per verificare la possibilità di attivare per il prossimo anno scolastico il progetto anche nell'area di Boston. Un progetto che coinvolge direttamente gli allievi (tramite i loro insegnanti) e che si concretizza in un incontro teatrale (musicale) interattivo. Non mancano i problemi per realizzare l'esperienza ma la voglia di provare c'è. Non appena avremo definito meglio la questione coinvolgeremo gli insegnanti (e i loro Principals....). Quello che abbiamo per ora compreso è che ci serviranno degli sponsor.... Quando sarà il momento ci daremo da fare.

 

 Sabato 5 Aprile 2015 - CASIT . A Wakefield, nella sede del Casit (uno dei nostri due enti gestori: Centro Attività Scolastiche Italiane) per partecipare ad un incontro di aggiornamento organizzato dallo stesso per alcuni docenti dell' Elementary school. Il lavoro è da qualche tempo centrato sull'elaborazione di alcune Lesson Plan secondo modelli condivisi che tengano conto degli ultimi sviluppi legati anche all'A.P. Program. Incontro stimolante, docenti motivati (e caffè buono...).

Venerdì 4 Aprile 2014 HARVARD. Alla Pusey Library della Harvard University di Boston, Inaugurazione dell'interessante (e ben curata) mostra ""In Africa it is another story". Risultato della ricerca approfondita di un gruppo di studenti che nel dipartimento di italianistica studiano italiano. Primo contatto con la realtà universitaria del N.E.I curatori: Giuliana Minghelli, Matt Collins, Dalila Colucci, Eloisa Morra, Chiara Trebaiocchi. La mostra, sul sogno coloniale italiano, che attinge alle collezioni della Harvard U , è visibile fino al 2 maggio.

 

Sabato 29 Marzo 2014 "I Migliori". Promossa dal Pirandello Lyceum (PILC): logo click for homeUna serata all'insegna dell'italianita' organizzata dall Presidente di uno dei due Enti Gestori:  Rosario Cascio. Serata di consegna dei Premi del Pirandello Lyceum's prestigious I Migliori in Mens et Gesta award.

Il Board, come ogni anno, ha individuato"a group of outstanding Americans of Italian-American descent who have made important contributions to their profession, to society and to the Italian-American community.

Venerdi' 28 Marzo 2014 Incontro M.I.T.A a margine del Convegno NECTFL primo "incontro ravvicinato" con l'associazione MITA (Massachusetts Italian Teachers Association).  Ho avuto modo di conoscere il Board e si e' parlato di come sostenere al meglio l'aggiornamento professionale dei docenti, anche in vista del l'incontro del 10 maggio....

 27 - 29 Marzo 2014 -61esima Conferenza NECTFL - North East Conference on the teaching foreign language. Presso Marriott Copley Place Hotel - Boston. Una importante occasione per la conoscenza di quanto viene fatto per diffondere la lingua italiana, anche nella nostra circoscrizione consolare. Piu' di 100 Espositori (di varie nazioni e riferiti alle principali lingue straniere studiate). 1500 esperti del settore.

 

Informazioni aggiuntive