lesson 4: LETTERATURA ITALIANA CONTEMPORANEA

QUARTO INCONTRO SCUOLA DI PERFEZIONAMENTO

PROPOSTA DIDATTICA 6 MAGGIO 2017 9:00-12:00

LA LETTERATURA ITALIANA CONTEMPORANEA

Prof. ANNA ROCCA

SALEM STATE UNIVERSITY

 

Obiettivi culturali

I partecipanti avranno l’opportunità di riflettere su alcune tematiche della società contemporanea italiana, come l’inclusione, i diritti civili, la diversità culturale e di genere, l’intolleranza e l’emigrazione, attraverso la lettura di un romanzo giallo e di un romanzo grafico (graphic novel) a loro scelta tra due proposti.

 

Obiettivi linguistici

I partecipanti saranno in grado di utilizzare la lingua per:

1. sviluppare strategie d’insegnamento che esplorino e facciano riflettere criticamente gli studenti sulle differenze culturali e sugli stereotipi;

2. leggere, riflettere, discutere e descrivere in forma orale e scritta un ampio raggio di problematiche;

3. analizzare la forma letteraria del romanzo giallo e del romanzo grafico come strumenti didattici di sviluppo delle 4 competenze linguistiche degli studenti-lettura, scrittura, comprensione e produzione orale

4. sviluppare strategie creative per l’apprendimento comunicativo della lingua.

 Attività preparatorie al workshop

1) Leggere il romanzo giallo di Amara Lakhous, Scontro di civiltà per un ascensore a Piazza Vittorio; (vedi sommario della trama del giallo)* a. Leggere con attenzione in particolare il capitolo contenente le caratteristiche del personaggio che vi è stato assegnato.

b. Riempire la scheda relativa al personaggio assegnato. Non tutte le categorie della scheda sono applicabili a ciascuno dei personaggi. Fate la vostra selezione con i dettagli reperibili nel capitolo, scrivete più dettagli possibili per entrare nel ruolo del personaggio, nel suo linguaggio e nei suoi modi di dire e per interpretarlo al meglio in classe.

 

2) Leggere il romanzo grafico Ciao Ciao Bambina di Sara Colaone (vedi sommario della trama)** a. scegliere uno o più temi suggeriti** o creare dei nuovi percorsi didattici;

b. sviluppare a grandi linee un percorso didattico culturale che integri lessico/sintassi da presentare in classe (5m); 

lesson 4 materiali

MATERIALI DI LAVORO

*Sommario della trama e della struttura narrativa di

Scontro diciviltà per un ascensore aPiazza Vittorio:

 

Marta TamburrelliUn iraniano, una napoletana, un bengalese, una peruviana, un milanese, un olandese, qualcheromano, uno, forsedue, algerini.Ha tutta l’aria di essereun romanzocorale questoScontro diciviltà per un ascensore a piazza Vittorio pubblicato inItalia per E/O nel 2006 ma già circolanteinAlgerianel 2003conil titoloCome fartiallattaredallalupa senza chetimorda.Amara Lakhous,giornalista e traduttore algerino che vive e lavora a Roma da diversianni, racconta le vicende chesi susseguono attorno a un ascensoredi un condominio di Piazza Vittorio, lapiazza più multietnicadi Roma,a seguito diun omicidio commesso proprio nell’ascensore diquel palazzo.Lorenzo Manfredi, detto ilgladiatore, è la vittima. Questo è ciò che sappiamo fin da subito, comeda classico romanzo giallo.Bisogna scoprire chi è l’assassino, anche questo come da classico giallo.Il sospettato è Amedeo, scomparso subitodopo l’omicidio.Ogni capitolo è dedicato a un abitante del condominio che raccontaciò che pensa di Amedeo edell’omicidio di Lorenzo Manfredi. Attraverso un vorticedi voci disparate, amplificato da undiscorsoindiretto libero e monologhiinteriori, latrama si sviluppa intervallando iracconti deipersonaggicongliululatidiAmedeo, ovvero lepaginedelsuodiario. […] Ese Benedetta Espo-sito, la portinaia napoletana, cattolica e un po’ razzista, pensa che il problema italiano delladisoccupazione sia causato dagli immigrati che rubano il posto agli italiani, Iqbal Amir Allah,bengalese, sente così tanto la nostalgia peril suo paeseda aggrapparsi al suo nome, convinto che ilnome degli antenatisia memoria e parte dell’anima diuna persona. E poiMariaCristina Ginzales,badante peruviana,immigrata senza permesso di soggiorno che vive nel terrore diessere espulsa eche mangia quantità spropositate di cioccolata e vive una vita disolitudine che ha nella televisione l’unica amicizia possibile. Eancora AntonioMarini, professore milanese costrettoa vivere a Roma peril suo lavoro ma completamenteintollerante nei confronti deiromani e del Sud in generale, tutticolpevoli di essere scansafatiche, zavorre dell’Italia. Incontriamo in questi flussidi parole e pensieriancheJohan Van Marten, giovane studente olandeseinnamorato del neorealismo italiano, e poiSandroDandini,ilromanistacheodiainapoletani, proprietario dell’omonimo barche siaffacciasulla piazza. Eancora Adballah BenKadaou,il pescivendolo algerino di grandefede musulmana, Stefania Massaro,insegnante di italiano a stranieri e moglie di Amedeo...

**Descrizione delromanzo grafico:

1.Ciao Ciao Bambina: Svizzera,Cantone tedesco.Èilfebbraiodel1959e alla radiosisente lacanzone vincitrice dell’ultimo Festival di Sanremo:“Piove” di Domenico Modugno, colsuo indimenticabile ritornello:“Ciaociaobambina”.Valeria è una giovanissima immigrata italiana alleprese con un mondo completamentediversodal suo,quel paese della campagna friulana che ha dovuto lasciare per forza, appena diciottenne. Frarazzismo, sfruttamento e delusioni, Valeriaintravede però una possibilità di emancipazione:cambia lavoro, impara cose nuove, studiatedescoe da bruttoanatroccolo inizia a trasformarsiin cigno. Valeria sta forse per cominciare una vitanuova, più vera, più sua, lontano da casa, quando all’improvviso vienerichiamata in Italiadall’anziana madre.La ragazza obbedisce ancora una volta, ma partiràcompletamente cambiata,cresciuta, portando con sé una promessa perilfuturo eun nuovo spirito. “Ciao ciao Bambina” è unromanzo a fumetti che parla di amori,sconfitte e speranze dei giovani immigrati friulani degli AnniCinquanta, dando vita a una riflessione agrodolce sull’eterna questione dell’emigrazione.

(http://www.kappaedizioni.com/kappa-edizioni-mondo-naif-graphic-novel-ciao-ciao-bambina-c64774000000.php)

 

 

***Temisuggeriti:

CIAO CIAO BAMBINA

1.Emigrazione

2.Identità/l’altro: elementi che identificano unapersona

3.Stereotipi culturali e linguistici

4.Musica/Sanremo/il rock&roll

5.La storia attraverso le fotografie

6.Ilviaggio come crescita

7.Il ricordo

8.Lafamiglia/le relazioni

9.La città/la campagna

10.Percorsostorico: gli anni ’50-’60 influenze straniere

11.Il poster

12.Immagine o parole? Elaborare una storia perimmagini

 

Letture richieste):

1.Lakhous, Amara. Scontro di civiltà per un ascensorea Piazza Vittorio. Roma: Edizionie/o, 2006.

2. Sara Colaone.Ciao Ciao Bambina. Bologna: Kappaed,2010.

Attività durante il workshop

Attività durante il workshop

 1) A partire dalla lettura di Amara Lakhous, ogni partecipante assumerà l’identità precisa di un personaggio del romanzo. Si comincerà col leggere i brevi identikit dei rispettivi personaggi che sono stati assegnati in precedenza (ricordatevi di portare in classe la scheda compilata)e una piccolaporzione di testotratto dalromanzo, che aiuterà la classe a capireil carattere. A coppie, e poiin gruppo, si discuteràsu uno stesso fatto accaduto, l’omicidio,ma da più punti di vistae con prospettive diverse dettate dalleproprie convinzioni epregiudizi. Seguirà una riflessionee produzione dimateriali pedagogici da utilizzare inclasse a seconda delle varie esigenze didattiche dei partecipanti.

 2)A partire dalla lettura delromanzo grafico, ogni partecipantepresenterà ilproprio percorso didatticoed in gruppo si definiranno possibiliapplicazioni pratiche in classe.